La città

Cenni Storici Momenti culturali e manifestazioni Orvieto offre

umbria_mapOrvieto è situata al centro dell’Italia, in Umbria, detta anche “il cuore verde d’Italia”, al confine con Toscana e Lazio. George Dennis, viaggiatore ottocentesco appassionato di siti etruschi, scrisse: “Chi cercherà di descrivere quello che Turner ha reso così familiare?” evocando la View of Orvieto dipinta dal famosissimo pittore inglese.

Da qualunque direzione si arrivi, l’impatto visivo è sicuramente stupefacente: una città poggiata su un blocco tufaceo. Questa cittadina (20.000 abitanti), così ci confermano gli studenti che avevano già frequentato un corso d’italiano in città più grandi, è ideale per lo studio della lingua proprio grazie alle sue dimensioni: qui la frenesia e il caos delle città grandi non esiste, e nelle vie si sente soprattutto una lingua – l’italiano. La vita ad Orvieto è molto “su misura d’uomo”. E’ facile entrare in contatto con gli orvietani: si fa presto amicizia con il barista, davanti al cappuccino della mattina, o con il negoziante dell’alimentari.
Tanti sono gli eventi culturali che arricchiscono il soggiorno di ulteriori occasioni per immergersi nell’italiano.

Cenni Storici

Camminando per Orvieto si svelano al viaggiatore le impronte di tremila anni di storia.
I primi insediamenti risalgono alla remota età del Ferro. In seguito gli Etruschi furono talmente affascinati dal luogo che decisero di stabilirvisi, fondando la città di Velzna che si sviluppò tra il 700 e il 300 a.C. Velzna fu una città di grande importanza per il regno Etrusco e visse un periodo di massimo splendore fino alla sua invasione e distruzione compiuta nel 264. a.C. dai Romani. Gli abitanti sopravvissuti alla furia dell’attacco romano, vennero trasferiti a Volsinii Novi, oggi Bolsena.

tempioLa città testimonia le sue radici etrusche con le necropoli e i resti di un tempio. Il mondo sotterraneo con pozzi e grotte (attualmente ne sono state scoperte ben 1.300) invita ad un approccio alla storia di questa città del tutto diverso. Alcuni di questi spazi misteriosi erano stati creati già dagli etruschi, come ad esempio la parte più antica del Pozzo della Cava.

Nel centro storico vi sono tante chiese di varie epoche, e i piccoli vicoli incantano chiunque desideri scoprirli. Il Duomo (1290 – 1590) con la sua splendida facciata e gli affreschi di Luca Signorelli e Fra Angelico all’interno della Cappella San Brizio, recentemente restaurati, è sicuramente l’edificio più famoso e spettacolare della città.10

La fine del ‘200 costituisce il periodo di massima potenza economica e di maggior equilibrio politico per Orvieto, e nascono, oltre al Duomo, tanti altri edifici rappresentativi, come il Palazzo del Popolo e la Torre del Moro. La Torre, simbolo di potere ed alta 47 metri, si può visitare: dall’alto si gode uno splendido panorama e si possono scoprire i numerosi spazi verdi all’interno del centro storico – spesso giardini privati appartenenti a magnifici palazzi signorili. Vi è infine un vero gioiello architettonico, nascosto nel sottosuolo della zona periferica del centro storico: il Pozzo di San Patrizio con le sue due scale a chiocciola create dall’architetto fiorentino Antonio Sangallo il Giovane.
La città vanta un antico legame con il vino che risale al periodo etrusco. Gli Etruschi infatti la chiamarono Oinarea che significa “la città dove scorre il vino”. Molte sono le testimonianze di tale legame sparse in tutta la città – basti evocare i rilievi della facciata del Duomo, dove le viti, come in numerose altre decorazioni orvietane, sono un motivo ricorrente.

Si narra che Luca Signorelli, nel contratto stipulato per affrescare la Cappella San Brizio, pretese 1.000 litri di vino all’anno per sé ed i suoi collaboratori.
www.orvieto.info

Momenti culturali e manifestazioni

Orvieto in qualunque periodo dell’anno offre vari momenti culturali e manifestazioni popolari a livello nazionale ed internazionale.
Ultimo concerto inufficiale OMIl più famoso festival è sicuramente Umbria Jazz Winter che si svolge nel periodo di Capodanno (fino ai primi di gennaio) con interpreti internazionali di grande prestigio. La città viene invasa dagli appassionati del Jazz e dai molti turisti che amano l’atmosfera di cui si tinge Orvieto in questi giorni. Da non perdere l’ormai tradizionale concerto Gospel nel Duomo (1° gennaio).

Numerose le feste folkloristiche come il Palio dell’Oca a primavera, che consiste in un gioco medievale di abilità a cavallo, le feste religiose come il corteo del Corpus Domini, durante il quale si può godere lo spettacolo della sfilata in costume storico con gli sbandieratori e i balli medievali, con uomini, donne e bambini che indossano gli abiti portati anticamente dalle le persone più importanti della società orvietana medievale. Da citare vi è anche la Festa dell’Assunta, una processione che si tiene il 14 agosto.teatro

La stagione teatrale , nello splendido Teatro Mancinelli , si svolge da ottobre a marzo. Inoltre, Orvieto ospita tanti concerti di musica classica come quello pasquale di musica sacra trasmesso in Eurovisione.
L’interesse che la città coltiva per la cultura è dimostrato anche dagli stages internazionali che Orvieto si impegna ad organizzare insieme ad associazioni culturali straniere. Gli artisti del programma Orvieto Musica, per esempio, nel periodo estivo offrono l’occasione di assistere a bellissimi concerti di musica classica che si svolgono in scenari stupendi e suggestivi.
Per gli amanti del cinema, Orvieto dispone di due sale cinematografiche, ma l’evento cinematografico più bello avviene d’estate quando in luglio ed agosto l’ampio cortile del liceo classico viene trasformato in una sala all’aperto. Dietro lo schermo si intravede la facciata del Duomo…
Gli sportivi possono partecipare al “Gran Fondo degli Etruschi”, una gara in mountain bike che si organizza a giugno.
Per coloro per i quali lo “sport” preferito consiste, invece, nel passare da un locale all’altro in cerca dei sapori più sfiziosi, a metà ottobre, vi è la golosissima manifestazione dello “ Slow Food ”. Grazie ai ritmi di vita ancora ‘slow’ e all’atmosfera incantevole, Orvieto è stata scelta dall’associazione “Arcigola” fra le città idonee ad ospitare una manifestazione che promuove la riscoperta dei sapori antichi e il gusto di saper dedicare il tempo a questo ‘viaggio dei sensi’. Questa è solo una parte delle tante manifestazioni e feste da scoprire qui ad Orvieto e nei suoi dintorni. Clicca qui per maggiori informazioni.

Orvieto offre
…per divertirsi…

-Cinema
-Cinema all’aperto
-Teatro
-Discoteca
-Piano Bar
-Pub e Birreria

Tra le possibilità di fare sport ci sono:

-Calcio
-Ciclismo
-Mountain bike
-Piscina
-Atletica
-Equitazione
-Pallavolo
-Basket
-Arti marziali
-Yoga
-Danza
-Palestra
…e tante altre attività per trascorrere piacevolmente il tuo tempo libero!