Festa ad Orvieto!

Bigne San GiuseppeFortunati gli studenti di Lingua Sì che stanno studiando l’italiano ad Orvieto in questo mese. Poco dopo la fine del carnevale, tradizionalmente goloso con le sue “frappe” o “chiacchiere”, chiamate anche “bugie”, solo dieci giorni dopo il mercoledì delle ceneri si svolge la Festa del Patrono della città. San Giuseppe, patrono della diocesi di Todi e Orvieto, è il santo dei lavoratori, in particolare dei falegnami, dei papà e dei moribondi; nella tradizione popolare inoltre è anche il protettore dei poveri e dei derelitti.
Ad Orvieto San Giuseppe, patrono della città dal 1652, è venerato nell’omonima chiesa eretta nel 1665 (ultimata nel 1685). I festeggiamenti religiosi avranno inizio il 15 marzo con le S. Messe alle 9 e alle 12; il 18 ci sarà una concelebrazione del presbiterio cittadino presieduta dal Vescovo. Il 19 dopo la S. Messa delle 11 la statua del Santo sarà portata in processione in Duomo dove, alle ore 17, si svolgerà la Santa Messa seguita dalla processione religiosa fino alla chiesa di San Giuseppe.
Dato che in Italia il buon cibo non manca mai, anche la Festa del Patrono di Orvieto ha la sua specialità: le frittelle di San Giuseppe, tipiche dell’Umbria. Questi dolci (detti anche frittelle di riso) fatti di riso impastato con del liquore e aromatizzato con spezie, vengono fritti in olio bollente, ricoperti di zucchero vanigliato e poi degustati freddi.

Le frittelle – accompagnate da un prodotto tipico orvietano, il vino locale – sono le protagoniste della tradizionale frittellata delle 18.30 in Piazza San Giuseppe, seguita dall’esibizione della Filarmonica Luigi Mancinelli. L’ultimo appuntamento della giornata sarà la Premiazione dell’Artigiano dell’anno alle ore 19 a Palazzo dei Sette.
Per smaltire frittelle e vino, il 20 marzo è prevista una Passeggiata di Primavera, non agonistica, con circuito cittadino. L’appuntamento per chi vuole partecipare è alle 9.45 in Piazza Duomo. E il 21, per gli studenti di Lingua Sì, riprenderà lo studio dell’italiano che tra frittelle e vino sarà senz’altro migliorato!

Comments are closed.